Val Nure

Visitando la Val Nure.
La Val Nure è una delle due vallate centrali della provincia, partendo da Piacenza è percorribile con la fondovalle SS n. 654.
Val_Nure_cartina
Lasciandosi alle spalle la pianura, addentrandosi verso le colline si incontra il bellissimo borgo in stile medievale di Grazzano Visconti con l’Enoteca dei vini piacentini. Diverse sono le importanti aziende vitivinicole che si scorgono salendo sul crinale delle colline di destra fino ad arrivare al cuore della Val Nure a Ponte dell’Olio.

La media Val Nure è da sempre zona visitata e nota per i suoi nobili vini D.O.C. Colli Piacentini e per un particolare Vinsanto. Lungo la strada di fondovalle si possono ammirare diverse ville patrizie di campagna dove nelle antiche sale gli ospiti possono degustare ed acquistare i vini D.O.C. Colli Piacentini: i tradizionali Val Nure e Gutturnio, ma anche Cabernet-Sauvignon, Chardonnay e Pinot Nero. I vigneti, tutt’intorno, ammantano le colline di Vigolzone, Albarola e Carmiano.

Il nome di Ponte dell’Olio risale all’epoca in cui sul luogo avveniva la contrattazione dell’olio di oliva proveniente dalla Liguria e destinato ai grandi mercati della pianura padana. Insieme all’olio c’era un fiorente mercato anche di vino, merce di scambio con i liguri. Da Ponte dell’Olio si sale verso Montesanto, anche il versante destro del Nure è ammantato di viti. I ristoranti nella zona non mancano: per chi è arrivato sin quassù è giunto il momento di provare i tradizionali abbinamenti della cucina piacentina con i vini del luogo.

L’itinerario, percorribile anche in mezza giornata, è di circa 50 chilometri.

Nel pomeriggio si può fare una passeggiata… anche a cavallo; nelle vicinanze ci sono alcune aziende agrituristiche ben attrezzate.