Val Tidone

Visitando la Val Tidone.
La Val Tidone è la più vicina a Milano, ricca di storia, castelli e un’anica tradizione vinicola.
Val_Tidone_cartina
Da Castel S. Giovanni, nota cittadina sulla s.s. 10 Padana Inferiore, raggiungibile da Milano e dall’Autostrada dei Vini, si punta verso le prime colline di Borgonovo Val Tidone dove si incontrano la bella Rocca-Castello e poi le prime aree vitate lungo la strada che porta a Ziano.
Appena giunti alle porte del borgo, sulla destra e sulla sinistra è un continuo susseguirsi di cantine e vigneti.
Attraversato l’ameno paese di Ziano – la capitale del Vino Valtidonese con oltre 750 aziende viticole – si punta verso Vicobarone, quasi al confine con la provincia di Pavia.
Dal quadrivio di Vicobarone, a destra si scende fino a Fornello: un itinerario sul crinale della collina da cui si domina una vallata ammantata di vigneti ben curati ed estesi.
In molte aziende della valle del Tidone la coltura della vite è abbinata alla migliore tecnologia di cantina per produrre vini giovani, freschi, profumati, fruttati e frizzanti come i bianchi Malvasia, Ortrugo e Pinot, i rossi Barbera, Bonarda e Gutturnio.
Da Vicobarone, superando i primi colli di Montalbo, Sala Mandelli e Seminò, noti per gli inconfondibili castelli ben conservati dominanti la Val Tidone, si giunge ad Albareto. Tutta la zona intorno è vitata fino a Pianello Valtidone, importante centro agricolo della vallata. La famosa Rocca di Olgisio, arroccata sulla roccia del monte che sovrasta il paese, merita una visita, come pure un assaggio dei vini nelle diverse cantine sulle colline circostanti, note per la tradizionale vendita del vino giovane dell’annata nelle caratteristiche botti di vetro da circa 50 litri, denominate “damigiane”.

L’itinerario, percorribile in una giornata, si snoda per circa 75 chilometri.